Nel 1948 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce la salute come stato di completo benessere fisico, mentale e sociale. Questa prima definizione in anni più recenti (1987) si modifica nel concetto di promozione della salute, considerata come fenomeno diretto attraverso il quale le persone possono acquisire un controllo ed una consapevolezza diretta della gestione della propria condizione di benessere. Gli studi hanno come obiettivo l’individuazione dei collegamenti tra abitudini individuali e personali, atteggiamento mentale e salute e le dirette relazioni tra cervello e sistema immunitario, elemento di assoluta importanza per un corretto mantenimento dello stato psico-fisico.



Disturbi da Stress

Disturbi Stress correlati: dalla causa al naturale rimedio

Lo stress è la condizione di adattamento dell’organismo nei confronti di vari fattori che ne minano l’equilibrio, da quello endocrino a quella umorale. In piccole dosi si parla di stress positivo ovvero di reazione adeguata a situazioni improvvise di rischio (meccanismo “attacca o scappa”). In grandi dosi si parla invece di stress cronico e patologico. Questa tra le due, risulta essere la condizione oggi più diffusa a causa dell’aumento di fattori che minacciano costantemente il nostro equilibrio psico-fisico e ne compromettono le normali capacità di risposta e riassetto. Maggiori informazioni




Stress Psico-Emozionale

Stress Psico-Emozionale
Magnesio: supporto fondamentale per contrastarlo

A cura della Dott.ssa E. Quinto

Il Magnesio è fondamentale per i meccanismi neuropsicologici, ovvero per l’omeostasi nervosa e la trasmissione (con Sodio e Potassio) degli impulsi elettrici a livello celebrale.
E’ facile allora intuire la sua grande importanza in caso di Ansia, Stress, Flessione dell’umore, disturbi cognitivi (memoria, attenzione, concentrazione), irritabilità, abuso e/o dipendenze da sostanze, problemi di sonno (ad esempio insonnia). Maggiori informazioni




Ansia

Parliamo d’ansia
Cause, fattori e terapie

A cura della Dott.ssa E. Quinto

Dall’ansia si guarisce, con l’ansia si può convivere. E’ dunque un fenomeno che possiamo definire complesso ma che per quello che costa, in termini privati e pubblici è certamente un tema di grande interesse. Avere l’ansia, significa vivere male, amare male, lavorare male, creare male. Numerosi sono i dibattiti e le ricerche sull’uso delle diverse terapie, psicologiche, farmacologiche o naturali che possono intervenire sul disturbo.
Come tante sono le forma d’ansia, tante possono essere infatti le forme di cura, che si possono anche incrociare tra loro. In fitoterapia e in generale nelle terapie naturale, è data grande importanza, alle erbe officinali, all’alimentazione, agli oli essenziali, per affrontare l’ansia e i fenomeni ad essa legati. Maggiori informazioni




Insonnia

Insonnia
Durata, cause e tipologie

A cura della Dott.ssa E. Quinto

Si definisce insonnia lo stato in cui una persona percepisce il proprio sonno come insufficiente o insoddisfacente ovvero quando la persona non riesce a trarre beneficio dal riposo perché dorme troppo poco oppure dorme male. L’insonnia fa parte delle dissonnie, disturbi dovuti ad alterazioni di ritmo, quantità e qualità del sonno, così come le apnee notturne e le ipersonnie (narcolessia).
Un altro gruppo di disturbi del sonno è quello delle parasonnie, caratterizzate dalla presenza di un evento anomalo e indesiderato nel corso del sonno, o nelle fasi di passaggio tra la veglia ed il sonno. Sono parasonnie il sonnambulismo, il sonniloquio (parlare durante il sonno), gli incubi, l’enuresi (minzione involontaria), il bruxismo (digrignare i denti), la sindrome delle gambe senza riposo (movimenti involontari e prolungati delle gambe, che impediscono l’addormentamento). Maggiori informazioni




Depressione

Depressione
Peculiarità e avvisaglie

A cura della Dott.ssa E. Quinto

Secondo la psicologia cognitivacomportamentale, la depressione è amplificata dai PAN (pensieri automatici negativi), pensieri comuni a tutte le persone anche quelle sane, solo che il depresso le ‘filtra’ tenendo in considerazione solo i pensieri negativi tralasciando quelli positivi o di gratificazione. Nella depressione il fattore biologico e quello psicologico sono intimamente e strettamente correlati anche se, nel singolo soggetto, la loro proporzione può essere diversa. Una volta che la depressione è iniziata, si sviluppano rapidamente una serie di problemi psichici e fisici che si alimentano reciprocamente facendo crescere il disturbo. Maggiori informazioni