Cibi spazzatura, farmaci, alcool, fumo e inquinamento ambientale, sono solo alcune delle insidie che giornalmente mettono a dura prova il nostro organismo. L’organismo umano è un sistema di flusso dinamico la cui salute dipende dall’equilibrio tra introduzione, trasformazione ed escrezione finale delle sostanze di scarto.



Mercurio

Mercurio Metallo Pesante

 

Simbolo chimico Hg dal latino Hydrargyrum Peso atomico 200,6.Il Mercurio è l’unico metallo liquido alle temperature normali. Non si conosce un ruolo biologico nel corpo umano benchè lo si possa trovare a livello del fegato.
E’ il terzo metallo pesante frequentemente usato nelle lavorazioni industriali, e fino a poco tempo fa i rifiuti di queste lavorazioni venivano riversati nei nostri fiumi, laghi e mari. Di conseguenza il pesce e i frutti di mare sono diventati significativamente contaminati dal Mercurio con la necessità di doverne proibire in molti luoghi l’uso alimentare. Maggiori informazioni




Piombo: metallo tossico

Piombo: metallo tossico

 

A cura di Vladimiro Lambertelli

Il Piombo
Piombo Simbolo chimico Pb dal latino Plumbum, Peso atomico 207,2. Nella crosta terrestre e’ presente in percentuale dello 0,002%. E’ un minerale traccia non essenziale per l’uomo; il Piombo è un veleno enzimatico.

E’ considerato il più pericoloso a causa della quantità che ne è distribuita nell’ambiente sotto forma di rifiuto inquinante. Per oltre mezzo secolo, infatti, il piombo tetraetile è stato aggiunto alle benzine per produrre un carburante più efficiente e gli automobilisti lo hanno riversato sotto forma di polvere finissima tramite i tubi di scappamento su tutte le strade del mondo. Fino alla metà degli anni ’50, composti di Piombo sono stati anche largamente usati nelle vernici per ottenere colori brillanti ; il Piombo delle vernici è diventato un serio pericolo per i bambini, specialmente in quelli che abitano in case fatiscenti, in quanto il muro nel tempo si scrosta e le schegge colorate di vernice risultano molto attraenti per i bambini che tendono ad assaggiarle; il Piombo delle vernici scrostate viene anche assorbito dal terreno intorno alle case e quindi finisce negli alimenti. Maggiori informazioni




Aloe Vera Barbadensis

Aloe Vera Barbadensis

 

A cura di Gianluca D’Angelo

L’Aloe Vera o Barbadensis è una pianta grassa appartenente alla famiglia delle Liliacee. Si conoscono quasi 250 specie di Aloe, ma il numero è destinato a crescere in quanto si creano continuamente degli ibridi. La sua altezza può variare da pochi centimetri a parecchi metri, a seconda del terreno e della latitudine.
La più usata è l’Aloe Vera o Barbadensis. Il suo abitat sono le zone desertiche o semidesertiche nelle quali la pianta può sopravvivere grazie alla sua capacità di immagazzinare acqua all’interno nelle sue foglie carnose che contengono una sostanza mucillaginosa che si comporta come una spugna. Maggiori informazioni




Il Sistema Emuntoriale

IL SISTEMA EMUNTORIALE DEPURATIVO
Se vuoi cacciare la tigre dalla casa, apri tutte le
porte prima di afferrarla per la coda, poiché a volte
esce da sola.

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

In questo proverbio cinese è racchiuso il significato dell’opera di depurazione di un organismo intossicato: per consentire agli organi emuntori di svolgere efficacemente la loro funzione è indispensabile garantire e sostenere la loro attività e il loro stato di salute. Come un’automobile presenta problemi se i filtri sono intasati, così il nostro corpo. Gli organi emuntori sono gli organi deputati all’eliminazione di tutto il materiale di scarto dell’organismo umano: fegato, reni, intestino, cute e anche i polmoni. Il fegato, ad esempio, quando perfettamente funzionante, riesce a processare fino al 98% delle tossine grazie a reazioni di detossificazione ed eliminazione. Maggiori informazioni




Pelle e Psiche

A FIOR DI PELLE
Le affezioni cutanee interpretate in chiave
psicosomatica e rivelatrici di aspetti trascurati

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Gran parte delle patologie a carico della pelle hanno una componente eziopatogenetica emozionale: da sempre il fattore psichico è considerato un cofattore patogenetico di moltissime dermatopatie. Comprendere quali possono essere le cause scatenanti determinati disturbi può aiutare a individuare una più corretta terapia e ottenere migliori risultati. Le diverse affezioni cutanee possono essere interpretate in chiave psicosomatica e rivelare aspetti altrimenti trascurati.
Dermatiti ed eczema sono correlate a emozioni non espresse, che si manifestano sulla pelle come fuoco: la secchezza, il bruciore e il calore della pelle colpita da eczema esprimono il tentativo di portare all’esterno una componente profondamente calda che non riesce a essere canalizzata, un fuoco interno in cui si concentrano le emozioni che il soggetto percepisce come pericolose e, quindi, tende a soffocare. Maggiori informazioni




Sistema Renale

DRENAGGIO DEL SISTEMA RENALE

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Il drenaggio è una pratica molto comune che permette di liberare la capacità del tessuto extra-cellulare di trasferire le informazioni alla cellula.
Nel caso dei reni, il cui compito principale è quello di mantenere costante sia il volume che la composizione del liquido extracellulare, il drenaggio riveste un ruolo di primaria importanza in quanto la composizione del liquido extracellulare in cui le nostre cellule sono risposte è protetta con mirabile precisione dai reni.
Matrice extra-cellulare e reni sono in continuo contatto e un blocco, fisico o energetico, del connettivo può avere ripercussioni negative sul benessere del sistema renale. Il drenaggio specifico d’organo deve essere eseguito con specifici gemmoderivati che hanno un’azione elettiva a livello dell’apparato renale e sull’equilibrio enzimatico del Sistema Reticolo Endoteliale. Maggiori informazioni




Sostanze Tossiche

Eliminare le Sostanze Tossiche

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Qual’è il miglior modo per liberarsi dalle tossine? Prima di tutto evitarle. Evitare che anche una sola sostanza tossica entri nel nostro organismo, vale molto più che averne eliminate cento con un programma fitonutrizonale specifico di disintossicazione.
Purtroppo per quanto vi possiate impegnare nell’evitare sostanze nocive, anche vivendo sotto una campana di vetro nel posto più incontaminato dalla terra, verreste a contatto con delle tossine. Per nostra fortuna l’organismo è dotato di meccanismi naturali capaci di eliminare le sostanze tossiche presenti nell’organismo. Maggiori informazioni




Programma Detox

Programma Detox
Il decalogo della leggerezza

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Un corretto programma di disintossicazione deve prevedere una prima fase di depurazione generale dell’organismo, una fase di sostegno alla membrana cellulare e dei tessuti e infine il mantenimento dei risultati ottenuti.
Lo scopo di un programma Detox è quello di ridurre l’assimilazione di tossine e cibi che contribuiscono a congestionare il sistema, escludendo tra le altre la caffeina, le bevande alcoliche, il tabacco, gli zuccheri, i cibi raffinati, gli additivi chimici, i grassi, le carni e i prodotti caseari; aumentando nel frattempo il consumo di frutta e verdura di stagione, legumi e tanta, tanta acqua.
Cibi ben noti per essere indispensabili nella prima fase di un programma Detox sono i vegetali appartenenti alla famiglia delle crucifere o brassicaceae: broccoli, cavoli, cime, barbabietole, radicchi e bietole; cibi ricchi in Vitamina B come: cereali integrali, verdure e legumi; cibi ricchi in Vitamina C come: peperoni, pomodori, arance, agrumi (esclusi i pompelmi). Maggiori informazioni




Intossicazione da Metalli Pesanti

Metalli pesanti e radicali liberi: colonizzatori silenziosi

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Il nostro organismo è certamente la più complessa macchina esistente sulla terra; mantenerla perfettamente operativa può risultare sorprendentemente semplice. Come un’automobile presenta problemi se i filtri sono intasati, così il nostro corpo.
Possiamo godere di perfetta salute per decenni se si seguono soltanto alcune semplici regole, tra cui le più importanti sono:
– Mantenere il nostro organismo alimentato con il giusto tipo di cibo.
– Evitare tutto ciò che può causare danni al nostro organismo.
Per quanto queste regole possano sembrare semplici, siamo certi che non sono di così facile attuazione. Il mondo attorno a noi è pieno di tossine, il nostro pianeta è molto più inquinato oggi di quanto non lo sia stato in tutta la storia dell’umanità. L’essere realisti ci deve portare a considerare quanto possa essere difficile ottenere cibi sani, privi di tossine, ed evitare tutti quegli agenti presenti nel nostro ambiente che non aspettano altro che penetrare nel nostro organismo per danneggiarlo.
Ogni giorno, senza che ce ne accorgiamo, siamo esposti a molteplici fonti di inquinamento: industriale, atmosferico, ambientale, alimentare, delle acque, elettrosmog. Silenziosamente sostanze tossiche si introducono nel nostro organismo, vi si accumulano e in esso liberano molecole dannose per le nostre strutture cellulari; si tratta di metalli pesanti e radicali liberi. Maggiori informazioni




Disintossicare il fegato

Disintossicare il fegato per depurare il corpo

A cura del Dr. D. Dell’Aria con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

L’arrivo della primavera è associato al rifiorire della natura e alla rinascita degli organismi. Così il nostro corpo si risveglia dopo il letargo invernale che ha portato all’accumulo di scorie metaboliche e tossine con un conseguente appesantimento epatico; tutto ciò che introduciamo passa attraverso quest’organo, che instancabilmente filtra e metabolizza.
Da un fegato sano dipende la salute dell’organismo: è il motore della rigenerazione primaverile. Determinante è quindi la scelta del carburante: qualità, quantità e composizione degli alimenti sono fattori decisivi per il benessere epatico. Come ogni motore, anche il fegato ha bisogno di un’adeguata opera di lubrificazione e manutenzione; spesso quindi, accanto a salutari scelte dietetiche, un’opportuna integrazione aiuta a favorire e mantenere efficienti le prestazioni del motore epatico. Maggiori informazioni




Vitamina C Antiossidante Indispensabile

a cura di Gianluca D’Angelo

UN ANTIOSSIDANTE DI CUI NON SI PUO’ FARE A MENO

Secoli fa gli equipaggi delle navi erano decimati dallo Scorbuto, malattia che si manifestava con un’ iniziale astenia seguita da edemi ed ecchimosi, sanguinamento delle gengive, incapacità di mantenere la posizione eretta e morte per spossatezza o complicanze respiratorie. Le condizioni si aggravavano quando le scorte di frutta e di verdura iniziavano a scarseggiare e l’alimentazione era soprattutto a base di gallette e carne essiccata. Nel 1747 un medico di bordo della Marina Britannica, sperimentò che con la somministrazione di agrumi, i marinai malati guarivano completamente. Egli non riuscì ad individuare la causa dello Scorbuto, cioè la carenza di Vitamina C, ma ne aveva scoperto la cura. Maggiori informazioni