Selenio e Vitamina E

Selenio e Vitamina E

Selenio/L-Seleniometionina e  Vitamina E /d-alfatocoferolo

 

A cura di Vladimiro Lambertelli

Il Selenio aiuta a conservare l’elasticità dei tessuti; questo effetto lo induce ritardando l’ossidazione degli acidi grassi polinsaturi, che a loro volta possono causare la solidificazione delle proteine dei tessuti. La forma l-seleniometionina è meno tossica e meglio assorbita rispetto alla comune sodioselenite.
Il Selenio è parte essenziale dell’enzima Glutatione perossidasi contenente 4 molecole di Selenio-cisteina.
Questo enzima ha la funzione di ridurre gli idroperossidi organici ed inorganici (radicali liberi) che si formano nella cellula come conseguenza del normale metabolismo o per l’azione di varie sostanze tossiche. La vitamina E interagisce con i radicali liberi a livello di membrana, è però liposolubile, quindi ha un’azione limitata e più lenta. Il Selenio agisce da antiossidante, come la vitamina E, ma è solubile in acqua ed almeno 1.000 volte più attivo. Il Selenio protegge l’organismo dagli effetti tossici di metalli pesanti come Mercurio, Cadmio, Arsenico.
Il Selenio agisce in sinergia con la Vitamina E, combatte i segni dell’invecchiamento e, in questa associazione, ha dato maggiori risposte immunitarie rispetto alla sola somministrazione della Vitamina E. Il Selenio attiva l’enzima glutatione-perossidasi all’interno della cellula, il quale distrugge i dannosi radicali liberi chiamati idroperossidi; la sua carenza è spesso associata a quella della Vitamina E in presenza di numerose patologie.
La vitamina E possiede spiccate proprietà antiossidanti ed è un protettivo biologico della vitamina A, degli acidi grassi insaturi essenziali e di altre sostanze ad azione enzimatica ed ormonale. E’ nota la sua azione inibente sui radicali liberi con prevenzione sulla formazione di lipoperossidi, i quali sono responsabili del prematuro invecchiamento dei tessuti e della pelle in particolare. Una carenza di vitamina E può portare ad una riduzione della stabilità delle membrane e ad un restringimento del collagene; il restringimento e/o l’accorciamento delle fibre del collagene agiscono come se intorno ai tessuti si stringesse un cappio, ed i tessuti ne vengono soffocati. L’ossigeno e le sostanze nutritive non riescono più a raggiungerli e le cellule muoiono. La vitamina E rappresenta il miglior antiossidante dentro ciascuna delle cellule del corpo umano e il suo contenuto nei granulociti neutrofili e nei linfociti è di 10-20 volte maggiore di quello dei globuli rossi. L’importanza di questo nutriente è grande, la sua carenza danneggia le membrane dei linfociti e quindi deprime gravemente il sistema immunitario.**

Nello Sport
Nell’allenamento superata una certa soglia è necessario un’apporto integrativo di antiossidanti ad alto valore biologico nella giusta sinergia quali-quantitativa, per proteggere i muscoli dal rischio di infortuni, accorciare i tempi di recupero e favorire la prestazione atletica; NutrigenSOD è una risposta efficace per queste esigenze.

NUTRIGEN  SOD Integratore Alimentare base di SOD favorisce un’azione antiossidante nei confronti dei radicali liberi.

 

**Forme di tocoferolo differenti hanno valori differenti; studi clinici mostrano inequivocabilmente che la forma di Vitamina E naturale, il d-alfa-tocoferolo, aumenta i livelli di Vitamina E nel siero del 40% e nei globuli rossi del 300% rispetto alla forma sintetica dl-alfa-tocoferolo.

Condividi...

Lascia un commento