febbre

INFLUENZA

AZIONE   SINERGICA

A cura del Dr. G. Galluzzo

Quotidianamente entriamo in contatto con microrganismi potenzialmente patogeni (virus, batteri, funghi). L’interazione tra l’uomo e le popolazioni microbiche è inevitabile: essi sono presenti in tutti i distretti del nostro corpo, ad eccezione del sistema nervoso centrale (SNC), del sangue e degli organi e tessuti interni.
Perché si instaura un’infezione, sia essa batterica o virale? La patogenesi delle infezioni è la risultante di una sorta di conflitti tra le capacità invasive dell’agente infettante (batteri, funghi, virus) e le difese dell’ospite.
Ciò significa che quando il sistema immunitario non è in grado di far fronte alle offese di patogeni esterni, questi prendono il sopravvento e cominciano a proliferare, causando stati infettivi e infiammatori. Maggiori informazioni

La Tosse

Affezioni  delle  basse  vie  Respiratorie

A cura del Dr. G. Galluzzo

Le malattie da raffreddamento, patologie a carico dell’apparato respiratorio tipiche della stagione fredda, si presentano come stati infiammatori e infettivi (in genere virali). Tosse, mal di gola, febbre, starnuti, rinorrea sono i sintomi più frequenti che accompagnano i malanni di stagione: raffreddore, laringite, faringite fino a condizioni più serie come influenza, bronchite, polmonite.
Tra i disturbi stagionali più frequenti troviamo la tosse. Fastidio molto comune e diffuso soprattutto nella stagione invernale, può essere suddivisa in:
• tosse grassa o produttiva: accompagnata dalla presenza di espettorato (secrezione bronchiale)
• tosse secca: non presenta la produzione di muco. Maggiori informazioni

Faringite e Laringite

FARINGITE LARINGITE E MAL DI GOLA
Gola arrossata e dolente: chiari sintomi di mucose infiammate

A cura del Dr. G. Galluzzo

Processi infiammatori a carico delle prime vie respiratorie, sia la faringite (comunemente mal di gola) sia la laringite sono causate nella maggior parte dei casi da infezioni di tipo virale (adenovirus, enterovirus, coronavirus, rhinovirus, virus influenzali e parainfluenzali), meno frequentemente da infezioni di tipo batterico (Chlamydophila pneumoniae, Mycoplasma pneumoniae, Streptococchi, Stafilococchi,Haemophilus influenzae) e si verificano solitamente con maggiore incidenza nel periodo invernale e all’inizio della primavera. Maggiori informazioni