HDL, LDL, VLDL

HDL, LDL, VLDL
Ruoli differenti per trasportatori a diversa densità

A cura del Dott. F. Antuofermo con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Le lipoproteine sono particelle che contengono trigliceridi, fosfolipidi, colesterolo e proteine anfipatiche chiamate apolipoproteine.
Le lipoproteine possono essere differenziate in base alla loro densità e anche ai tipi di apolipoproteine che contengono. Il contenuto in lipidi di una lipoproteina influisce sulla sua densità: minore è la densità di una lipoproteina, maggiore la quantità di lipide che essa contiene rispetto alle proteine. I quattro tipi principali di lipoproteine sono: chilomicroni, caratterizzati dalla minor densità, lipoproteine a densità molto bassa (VLDL – very low density lipoproteins), lipoproteine a bassa densità (LDL – low density lipoproteins) e lipoproteine ad alta densità (HDL – high density lipoproteins). Maggiori informazioni

Metabolismo una questione di entrate e uscite

Una questione di entrate e uscite

a cura del Dott. S. Labruna con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Spesso le persone in sovrappeso ritengono che il loro metabolismo lento sia tra le cause del loro problema. È davvero così? In tal caso, è possibile accelerare il metabolismo per bruciare più calorie?
Il metabolismo e il peso corporeo sono sì collegati, ma non nella maniera che ci si aspetterebbe. Infatti, contrariamente a quanto comunemente si ritiene, raramente un metabolismo lento è la causa di un eccessivo aumento ponderale. Anche se il proprio metabolismo influenza i bisogni energetici di base del proprio organismo, è l’assunzione di cibo e bevande insieme all’attività fisica che alla fine determinano il peso corporeo. In sintesi la parola metabolismo indica come il nostro corpo trasforma gli alimenti nell’energia di cui ha bisogno: è quindi il processo mediante il quale l’organismo converte ciò che si mangia e si beve in energia. Maggiori informazioni

Peso Corporeo e Scorie

Bilanciare, consumare, drenare

a cura del Dott. S. Labruna con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Quando si tende ad esagerare con il cibo, durante i pasti ma anche con i fuori pasto, rimpinzandosi di alimenti non proprio salutari, perché magari si mangia spesso fuori, frettolosamente, o perché si è spinti dall’ansia, dallo stress, per colmare talvolta una sorta di vuoto, in queste situazioni bisogna moderare e migliorare l’alimentazione, senza escludere nessuno dei principali gruppi di nutrienti e senza saltare i pasti.
Piuttosto occorre rivedere la distribuzione dei pasti nell’arco della giornata e anche, come ulteriore valido aiuto, ricorrere ad integratori alimentari, che aiutino ad apportare un maggiore senso di sazietà e contribuire a regolare l’assorbimento dei nutrienti. Può anche capitare però che, nonostante si adotti un’alimentazione contenuta, ma si segua uno stile di vita troppo sedentario, si abbia difficoltà a perdere peso. Maggiori informazioni

Obesità: non solo questione di peso

Obesità: non solo questione di peso

A cura di Gianluca D’Angelo

Obesità: non solo una questione di peso

Tra le varie definizioni dell’ obesità quella che rende maggiormente l’idea la descrive come una condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo. Nella maggior parte dei casi è causata da stili di vita scorretti: un’alimentazione ipercalorica associata a un ridotto dispendio: condizione quindi ampiamente prevenibile.
L’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica a livello mondiale sia perché la sua prevalenza è in costante e preoccupante aumento sia perché è un importante fattore di rischio per varie malattie croniche, quali diabete mellito di tipo 2, malattie cardiovascolari e tumori. Maggiori informazioni