HDL, LDL, VLDL

HDL, LDL, VLDL
Ruoli differenti per trasportatori a diversa densità

A cura del Dott. F. Antuofermo con la collaborazione della D.ssa F. Tuzi

Le lipoproteine sono particelle che contengono trigliceridi, fosfolipidi, colesterolo e proteine anfipatiche chiamate apolipoproteine.
Le lipoproteine possono essere differenziate in base alla loro densità e anche ai tipi di apolipoproteine che contengono. Il contenuto in lipidi di una lipoproteina influisce sulla sua densità: minore è la densità di una lipoproteina, maggiore la quantità di lipide che essa contiene rispetto alle proteine. I quattro tipi principali di lipoproteine sono: chilomicroni, caratterizzati dalla minor densità, lipoproteine a densità molto bassa (VLDL – very low density lipoproteins), lipoproteine a bassa densità (LDL – low density lipoproteins) e lipoproteine ad alta densità (HDL – high density lipoproteins). Maggiori informazioni

Le Proteine

 Proteine di origine vegetale e animale

A cura di Lambertelli Vladimiro

Le proteine dal greco protos; primo, essenziale, sono i costituenti fondamentali della materia vivente.
Esse rappresentano uno dei 7 elementi indispensabili al normale svolgimento delle funzioni vitali insieme all’acqua, i glucidi, i lipidi, i minerali, gli oligoelementi e le vitamine. Le proteine sono presenti in tutti i tessuti e non solo nei muscoli come pensano molti sportivi, ma si trovano anche nella pelle, nelle unghie e nei capelli.
Rappresentano nell’organismo umano oltre il 50% dei componenti organici e circa il 14%-18% (a seconda dell’età) del peso corporeo totale. Le proteine sono composte da “frammenti” più semplici: gli aminoacidi. Maggiori informazioni

Spirulina un pieno di vitamine e minerali

Spirulina Energia Tutto il Giorno

A cura di Gianluca D’Angelo

La spirulina è una micro-alga dalla forma spirale (da qui il nome) di dimensione piccolissima (meno di 0,2 mm) ed è una delle risorse nutrizionali più complete che la natura ci regala.
La sua coltivazione è raccomandata dall’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dalla FAO (Food and Agriculture Organization), per le sue proprietà nutrizionali eccezionali.
L’OMS ha addirittura creato l’IIMSAM, un servizio intergovernativo con sede a New York, per l’uso della spirulina contro la malnutrizione. La NASA e l’Agenzia Spaziale Europea l’hanno anche proposta come alimento da coltivare nelle missioni a lungo termine.
A rendere la Spirulina così preziosa è il suo straordinario contenuto di nutrienti. È ricca di sostanze vitali quali proteine, vitamine, minerali, oligoelementi, antiossidanti tra cui la Superossidodismutasi, clorofilla e ficocianine.
Contiene così tante proteine vegetali (60-70% del suo peso netto, ovvero tre volte in più della carne) che è considerata come una fonte alternativa di proteine per combattere la malnutrizione nei paesi in via di sviluppo, in sostituzione delle proteine animali. Maggiori informazioni