Vitamina K2 e Vitamina D3

Vitamina K2 e Vitamina D3

I Vantaggi dell’Assunzione Congiunta di Vitamina K2 e D3

A cura del Dott. Joseph Cannillo Biologo, esperto di fitoterapia e nutraceutica

Introduzione
La vitamina D3 (colecalciferolo) e la vitamina K2 (menachinone) svolgono un ruolo cruciale nella salute del sistema scheletrico e nell’assimilazione del calcio. Queste due vitamine operano in sinergia: la Vitamina K2 mantiene un corretto equilibrio dei depositi di calcio nell’organismo favorendoli nei tessuti in cui sono necessari, la Vitamina D3 contribuisce alla crescita, al rafforzamento e alla riparazione ossea. Questa collaborazione implica che, sebbene l’assunzione individuale di ciascuna vitamina apporti benefici significativi, l’effetto complessivo è notevolmente potenziato quando vengono assunte insieme. La sinergia tra Vitamina K2 e D3 è quindi fondamentale per un sistema scheletrico forte e sano. L’assunzione combinata di vitamina K2 e D3 in un’unica compressa è una best practice nel campo della supplementazione nutrizionale. Questo articolo esplora come tale approccio non solo mantiene l’efficacia di entrambe le vitamine, ma migliora anche la compliance della persona, sottolineando l’importanza di una formulazione adeguata per il rilascio differenziato nell’intestino e un trasporto efficace nel sangue.

Trasporto nel sangue: meccanismi distinti
La differenza nei meccanismi di assorbimento e trasporto della vitamina D3 e K2 nel sangue offre un’interessante prospettiva sull’efficacia della loro assunzione congiunta. Mentre la vitamina D3 è legata e trasportata prevalentemente dalla VDBP (proteina legante la vitamina D), fornendo protezione da degradazione ed escrezione renale, la vitamina K2 segue un percorso diverso, utilizzando lipoproteine come LDL e HDL per il suo trasporto ai tessuti. Questa distinzione significa che l’assunzione simultanea di queste vitamine non richiede una separazione temporale per garantire il loro assorbimento o trasporto ottimale. Anzi, la presenza contemporanea di entrambe nel sistema non interferisce con i rispettivi percorsi biochimici.

Assorbimento sincronizzato nell’intestino
Illustriamo in quale maniera avviene l’assorbimento intestinale delle due vitamine in caso di assunzione di compressa multingrediente che per effetto di caratteristiche similari degli ingredienti è caratterizzato da un processo sincronizzato in vari stadi intestinali. La vitamina D3, essendo liposolubile, richiede la presenza di grassi alimentari per il suo assorbimento ottimale. Nel tratto superiore dell’intestino tenue, specialmente nel duodeno e nel digiuno (sezione centrale dell’intestino tenue, preceduto dal duodeno), la vitamina D3 si incorpora nelle micelle formate dagli acidi biliari. Queste micelle facilitano il trasporto della vitamina D3 attraverso la membrana delle cellule intestinali (enterociti), dove viene poi immessa nel sistema linfatico prima di entrare nel circolo sanguigno. Una volta legatasi al recettore cellulare VDR (Vitamin D Receptor) presente in una varietà di tessuti e cellule in tutto il corpo, la Vitamina D innesca processi fisiologici come l’assorbimento del calcio e la funzione immunitaria. A differenza della D3, la vitamina K2 è assorbita efficacemente nell’ileo e nel colon, con un contributo significativo dei batteri intestinali che possono produrre forme di vitamina K2, come la menaquinone-7. Il meccanismo di assorbimento della K2 è meno dipendente dai grassi rispetto alla D3, ma segue comunque un processo di incorporazione nelle micelle biliari. La K2 interagisce con il recettore SXR (Steroid and Xenobiotic Receptor, noto anche come recettore pregnano X) portando all’espressione o soppressione di specifici geni bersaglio relativi alle funzioni di controllo della concentrazione di calcio. In sintesi: assunzione congiunta, assorbimento differenziato, efficacia e benefici sinergici.

Metabolismo e funzione: sinergia senza conflitti
La vitamina D3 è essenziale per la regolazione del calcio e la salute delle ossa, mentre la K2 attiva le proteine legate alla coagulazione e alla salute vascolare. Il loro metabolismo avviene in siti differenti (fegato e reni per la D3, tessuti vari per la K2), evitando potenziali interferenze. Inoltre, la combinazione di queste vitamine in un’unica compressa può sostenere una funzione sinergica – la D3 facilita l’assorbimento di calcio, mentre la K2 contribuisce ad indirizzare questo calcio verso le ossa, riducendo il rischio di calcificazione vascolare.
L’importanza della formulazione per garantire un assorbimento efficace di entrambe le vitamine, è fondamentale una formulazione attentamente studiata. Le compresse devono essere progettate con rivestimenti gastroresistenti per rilasciare la vitamina D3 nel tratto superiore dell’intestino tenue e la vitamina K2 nel tratto inferiore. Inoltre, la formulazione dovrebbe includere forme esterificate di vitamina C – come l’ascorbil palmitato – che può avere un ruolo nell’assistere l’assorbimento delle vitamine liposolubili favorendo la formazione di micelle (strutture che incorporano composti liposolubili) nel tratto intestinale.

I limiti della Vitamina D in soluzione oleosa
Il mercato offre forme alternative per l’uso della vitamina D tra cui quella in soluzione oleosa. Esistono a tal proposito evidenze sui suoi limiti e deficit.
• Problemi di assorbimento: studi indicano che il grado di assorbimento dei nutrienti liposolubili può variare in base alla composizione del veicolo lipidico influenzandone la biodisponibilità.
• Dosaggio preciso: è più difficile assicurare un dosaggio preciso con la vitamina D in forma liquida, rispetto alle capsule o compresse.
• Stabilità e conservazione: la vitamina D in olio può essere meno stabile e più sensibile alla degradazione se non conservata correttamente.
• Preferenze individuali: alcune persone potrebbero inoltre non gradire il sapore dell’olio, preferendo altre forme di supplementazione.

Conclusioni: l’integrazione congiunta di vitamina K2 e D3 in un’unica compressa rappresenta un’innovazione significativa nel campo dell’integrazione. Questo approccio non solo migliora la compliance della persona, ma assicura anche che entrambe le vitamine siano assorbite ed utilizzate efficacemente dal corpo senza interferenze reciproche. La chiave del successo di questa strategia risiede nella formulazione di prodotti avanzati, che rispettano le esigenze metaboliche uniche di queste due vitamine fondamentali.

KD-Genom è un integratore alimentare a base di vitamina D e vitamina K utile nella coagulazione, calcificazione, ipocalcemia, osteomalacia, osteoporosi.

C-Genom  l’idrosolubilità dell’acido ascorbico e la liposolubilità dell’acido palmitato presenti all’interno dell’integratore aumentano il grado di assorbimento della vitamina nel corpo. Contribuisce alla protezione dello stress ossidativo.

 

25%  DI  SCONTO  SUL  PRIMO  ACQUISTO

KD-GENOM+KD-GENOM+

KD-GENOM+

Integratore Alimentare : A base di Vitamina K e D Contenuto: 27 g       Forma: 60 [...]
23.00€
C-GENOM 500C-GENOM 500

C-GENOM 500

Integratore Alimentare: Contribuisce alla protezione dello stress [...]
19.50€

 

 

Bibliografia
– Bikle, D.D. (2014). Vitamin D Metabolism, Mechanism of Action, and Clinical Applications. Chemistry & Biology, 21(3), 319-329.
– Maresz, K. (2015). Proper Calcium Use: Vitamin K2 as a Promoter of Bone and Cardiovascular Health. Integrative Medicine: A Clinician’s Journal, 14(1), 34-39.
– Theuwissen, E., Smit, E., & Vermeer, C. (2012). The Role of Vitamin K2 in Bone and Cardiovascular Health. Journal of Nutritional Biochemistry, 23(7), 839-844.
– Holick, M.F. (2007). Vitamin D Deficiency. The New England Journal of Medicine, 357, 266-281.
– Schurgers, L.J., & Vermeer, C. (2000). Determination of Phylloquinone and Menaquinones in Food. Effect of Food Matrix on Circulating Vitamin K Concentrations. Haemostasis, 30(6), 298-307.
– Plaza, S.M., & Lamson, D.W. (2005). Vitamin K2 in Bone Metabolism and Osteoporosis. Alternative Medicine Review, 10(1), 24-35.
– [48†PubMed (2020).] The Combination Effect of Vitamin K and Vitamin D on Human Bone Quality: A Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials.

“Testo tratto dal CAM Forza Vitale Italia srl su concessione della medesima azienda proprietaria Riproduzione riservata.”

Condividi...

Lascia un commento