ForVit per lo Sport

BioFood - Programma nutrizionale specifico per un miglior rendimento atletico e per il tuo benessere quotidiano.
ForVit per lo Sport
ForVit per lo Sport
Quando si tende ad esagerare con il cibo, durante i pasti ma anche con i fuori pasto, rimpinzandosi di alimenti non proprio salutari, perché magari si mangia spesso fuori, frettolosamente, o perché si è spinti dall’ansia, dallo stress, per colmare talvolta una sorta di vuoto, in queste situazioni bisogna moderare e migliorare l’alimentazione, senza escludere nessuno dei principali gruppi di nutrienti e senza saltare i pasti.
Piuttosto occorre rivedere la distribuzione dei pasti nell’arco della giornata e anche, come ulteriore valido aiuto, ricorrere ad integratori alimentari, che aiutino ad apportare un maggiore senso di sazietà e contribuire a regolare l’assorbimento dei nutrienti. Può anche capitare però che, nonostante si adotti un’alimentazione contenuta, ma si segua uno stile di vita troppo sedentario, si abbia difficoltà a perdere peso. (Leggi Articolo).
ForVit per lo Sport
ForVit per lo Sport
In medicina cardiovascolare, il magnesio è di grande importanza nel trattamento delle aritmie e malattia coronarica. Il magnesio aumenta la soglia di fibrillazione ventricolare e prolunga il tempo di recupero del nodo del seno e il tempo di conduzione atrioventricolare. Le principali indicazioni per il magnesio in ambito cardiologico sono la tachicardia indotta da digitale, le tachiaritmie ventricolari, la torsione di punta e le tachicardie atriali multifocali. Inoltre, il magnesio è stato utilizzato con successo in ectopie ventricolari dopo sovradosaggio di neurolettici o antidepressivi triciclici. (Leggi Articolo).
ForVit per lo Sport
ForVit per lo Sport
La famiglia delle patologie autoimmuni è molto vasta, ed i disturbi classificabili sotto questa categoria risultano eterogenei sia per quanto concerne la gravità della patologia che per l’area soggetta al danno organico. Si trovano quindi nell’area autoimmune disturbi cutanei come dermatite atopica o psoriasi, forme di dolore cronico quali artrite reumatoide, polimialgia reumatica, fibromialgia, CFS (Chronic Fatigue Syndrome, sindrome da stanchezza cronica), ma anche patologie delle vie respiratorie a carattere allergico ed infiammatorio (riniti allergiche, forme asmatiche), congiuntiviti allergiche.
Le patologie autoimmuni, pur nelle evidenti differenze, sono tutte caratterizzate dalla natura infiammatoria cronica associata ad un’alterazione neuroendocrina che impedisce l’estinguersi del focolaio infiammatorio. In tutte le patologie citate, si attestano quindi incrementi nell’espressione di citochine proinfiammatorie quali IL-2, IL-6 e TNF-α e di marcatori infiammatori (come la proteina C-reattiva).
Gli studi rilevano in modo uniforme un deficit nella risposta dell’asse immunoendocrino nei soggetti affetti da queste patologie, con la conseguente difficoltà o impossibilità a ridurre l’attività allergica in corso.
ForVit per lo Sport
ForVit per lo Sport
La funzione principale del calcio è di agire in concomitanza con il fosforo per la formazione e il mantenimento delle ossa e dei denti. Nell’osteoporosi, le ossa diventano porose e fragili perché il calcio viene sottratto dalle ossa e da altre parti del corpo molto più velocemente di quanto non si depositi. Tutti gli esseri umani perdono densità ossea a partire dai 30 o 40 anni. (leggi articolo).
ForVit per lo Sport
ForVit per lo Sport
Ci sono nel corpo umano piccoli muscoli che sembrano inutili , ma che al contrario, hanno ruoli importantissimi, il piriforme è uno di questi.
E’ un muscolo di forma triangolare che unisce la fascia interna pelvica dell’osso sacro al femore deputato al mantenimento della postura corretta, oltre che alla stabilizzazione dell’anca.
Il piriforme quando si fa punto fisso sul bacino, agisce come abduttore dell’anca ed in base ai gradi di flessione può comportarsi da extrarotatore e intrarotatore.
E’ quel muscolo che nella corsa con l’arto carico impedisce nella fase di appoggio del piede eventuali e brusche rotazioni interne del femore. (leggi articolo).
ForVit per lo Sport
ForVit per lo Sport
Chi pratica sport di fatica o di resistenza come il ciclismo, la corsa o comunque in generale chi si allena in maniera molto intensa, è più facilmente soggetto al rischio di carenza di ferro nell’organismo, o anemia; tale condizione rappresenta un problema molto serio, ed è importante monitorare la condizione fisiologica che induce. La conseguenza della carenza di ferro è la riduzione della concentrazione di emoglobina nel sangue e, di conseguenza, delle capacità prestative dell’atleta.
I sintomi riscontrabili e/o associati alla carenza di ferro, sono una diminuzione della forza e un progressivo calo di potenza e resistenza aerobica. Per questo motivo, la carenza è più evidente negli atleti che praticano sport di resistenza e in generale tutti gli sport aerobici.