Densità minerale ossea e collagene

Densità minerale ossea e collagene

Riflessi di resistenza ed elasticità del nostro corpo

A cura del Dott. Joseph Cannillo

L’osso, tessuto vivo in continuo rimodellamento, deve la sua resistenza all’integrazione di due fattori: qualità e densità ossea; la prima è determinata dal turnover osseo, dall’architettura complessiva, dalla mineralizzazione e dagli eventuali danni subiti; la seconda, espressa in grammi di minerale per area, è definita dal picco di massa ossea raggiunto e dalla quantità di osso perso. La densità minerale ossea (BMD bone mineral density) è infatti un’unità di misura, espressa in grammi di osso/cm2, calcolata misurando i minerali dell’individuo e dividendola per la zona interessata.
La MOC (mineralometria ossea computerizzata) consente di misurare sia la BMD sia la BMC (Bone Mineral Content, ossia la massa minerale ossea o contenuto minerale osseo che si riferisce alla quantità di minerali contenuti nello scheletro). Per fare confronti e valutare la “normalità ossea” si ricorre alla BMD, che consente di capire se la massa ossea di un individuo è più o meno adeguata alle necessità in rapporto alle dimensioni effettive delle ossa di quell’individuo.
Insieme a BMC e BMD, l’aspetto cruciale sulla salute dell’osso è dato dalla sua robustezza, o meglio, dalla sua qualità. Questa, oltre a dipendere da massa e densità, è condizionata dall’architettura microscopica dell’osso, quindi da spessore e uniformità nel caso dell’osso compatto, e dallo spessore, orientamento, regolarità, connessione delle trabecole per l’osso spugnoso.
Invecchiamento e menopausa sono due condizioni in cui tipicamente si assiste a una progressiva perdita di massa ossea, risultato della ridotta formazione e dell’aumentato riassorbimento osseo.
Le fibre collagene sono la tipologia di fibre più rappresentata nell’organismo umano e nei tessuti connettivi e costituiscono da sole il componente non minerale più abbondante dopo l’acqua.
Composto da una tripla elica aminoacidica, il collagene è la proteina indispensabile per assicurare elasticità e resistenza tanto da poter essere definito
al contempo armatura e legante, in quanto protegge e tiene uniti i vari tessuti connettivi, protegge e sostiene i tessuti più molli e li connette allo scheletro, conferisce quindi struttura al nostro corpo fungendo da componente essenziale per le strutture di base delle unità biologiche del tessuto connettivo fibroso, che ha appunto il compito di sorreggere l’intero corpo. Proprio la struttura a tripla elica del collagene determina forza e flessibilità del tessuto cartilagineo.
Indispensabile per i processi di crescita, riparazione e cicatrizzazione di quasi tutti i tessuti dell’organismo, il collagene è presente nel corpo in numerose tipologie; sinora ne sono state descritte 28 e di queste il tipo I rappresenta il 90% del collagene totale. Diversi sono i fattori che possono compromettere la produzione di collagene come un’alimentazione inappropriata, fumo, alcool e stress ossidativo. I radicali liberi alterano infatti il collagene, causando invecchiamento precoce non solo della pelle ma anche dei tessuti.
Inoltre la produzione di collagene si riduce drasticamente con gli anni. Se la quantità di collagene diminuisce, ne soffre tutta la condizione fisica corporea, subendo effetti negativi e manifestando affaticamento, afflizioni con esteso calo nell’efficienza, segnali che possono accentuarsi con il progredire dell’età. Decrescendo la produzione di collagene, si riduce inoltre la qualità dell’ammortizzamento tra i capi articolari; il collagene è infatti la componente primaria della cartilagine ed è indispensabile per conferirle resistenza, solidità, elasticità, capacità di ammortizzare colpi e traumi; quando la sua formazione si riduce, la produzione di cartilagine viene compromessa e così tutti i sistemi che la contengono.

Stati infiammatori acuti, artrosi (Arpagodol compresse, Arpareum gocce), degradazione cartilaginea, dolore reumatico (Vitis Vinifera composta), infiammazione cronica, dolore reumatico (Inflagen compresse), osteoporosi, osteopenia e consolidamento fratture (Osteocoral compresse, Mitoddy soluzione minerale acquosa di origine botanica).

“Testo tratto dal CAM Forza Vitale Itali srl su concessione della medesima azienda proprietaria Riproduzione riservata.”

Condividi...
Avatar
Forvit Integratori

Lascia un commento