Harpagophytum procumbens (Artiglio del Diavolo)

Harpagophytum procumbens (Artiglio del Diavolo)

L’Harpagophytum procumbens, altresì conosciuto con il nome di Artiglio del Diavolo per la sua forma, come dimostrato dagli studi effettuati nelle università di Minufiya in Egitto e dalle commissioni di studio delle maggiori associazione di chiropratica nel mondo, è particolarmente indicato per alleviare disturbi legati all’apparato scheletrico e muscolare, grazie all’azione degli alcaloidi glucocidi, di cui l’arpagoside è il più importante dal punto di vista funzionale.
L’effetto benefico dell’arpagoside è amplificato dalla presenza di altri principi attivi che si ottengono dal processo di estrazione naturale e che costituiscono l’intero spettro fitochimico della pianta.
Quanto innanzi è avvalorato dalle ricerche effettuate in laboratorio sulla sintesi e l’isolamento della molecola; si è dimostrato infatti che l’arpagoside isolata (o sintetizzata) non ha la stessa efficacia dell’estratto naturale.
L’assunzione eccessiva di Harpagophytum procumbens, come per tutti gli alimenti, può provocare effetti indesiderati.
È pertanto necessario rispettare le modalità d’uso riportate sulle confezioni degli integratori alimentari a base di Harpagophytum procumbens, verificando che non si superi l’apporto giornaliero di 100 mg di arpagoside.
Si ritiene che i benefici dell’Harpagophytum procumbens derivino dalla sua attività sulle COX-2, isoforma di un enzima (ciclossigenase) espressa solo in corso di infiammazione sotto lo stimolo di fattori mitogeni e citochine.
La COX-1 è prodotta normalmente in condizioni di quiescenza ed è un costituente delle cellule sane; particolare importanza stanno assumendo quelle molecole che possiedono la proprietà di essere COX-2 selettivi, ossia che svolgano una prevalente inibizione della ciclossigenasi-2 (COX-2) o isoenzima inducibile rispetto alla isoforma COX-1.
È emerso che l’estratto di Harpagophytum procumbens è sicuro e funzionale
nei casi di dolori severi e persistenti di tipo radiale.

La Glauber Pharma, alla luce dei recenti studi compiuti sull’efficacia dell’arpagoside, ha sviluppato Arpagodol®, un integratore alimentare in compresse adatto per il fisiologico benessere del sistema scheletrico e muscolare, con particolare riguardo alle manifestazioni legate agli eccessi di sollecitazione meccanica.
A differenza di quelle tradizionali, le compresse di Arpagodol® risultano ben tollerate e notevolmente più efficaci, grazie all’azione del Metolose®, un polimero naturale che le rende gastroresistenti.
In tal modo l’arpagoside (il principio attivo) è protetto dall’attacco dei succhi gastrici giungendo pressoché integro nel duodeno che lo assimila per il 95%.
Gli estratti naturali di Harpagophytum procumbens, ottenuti tramite estrazione idroalcolica dalle radici secondarie della pianta, a temperatura non superiore a 36° C, sono componenti essenziali di Arpagodol®, le cui compresse contengono estratto secco titolato in arpagoside di piante selezionate e prive di contaminazioni.

 

“Testo tratto dal CAM Forza Vitale Itali srl su concessione della medesima azienda proprietaria Riproduzione riservata.”

Condividi...
Forvit Integratori

Lascia un commento

Secured By miniOrange