L’importanza del calcio nell’uomo

L’importanza del calcio nell’uomo

Calcio minerale Fondamentale 

A cura di Vladimiro Lambertelli

La funzione principale del calcio è di agire in concomitanza con il fosforo per la formazione e il mantenimento delle ossa e dei denti. Nell’osteoporosi, le ossa diventano porose e fragili perché il calcio viene sottratto dalle ossa e da altre parti del corpo molto più velocemente di quanto non si depositi. Tutti gli esseri umani perdono densità ossea a partire dai 30 o 40 anni.


Calcio Simbolo chimico Ca Peso atomico 40,08. Macroelemento presente in tutto il corpo umano; scheletro e denti (1100 g), nervi, muscoli e sangue.

Funzioni del Corpo Umano
Mantiene lo scheletro e i denti in buona salute, controlla l’eccitabilità dei muscoli, gli impulsi nervosi, le contrazioni del cuore e degli altri muscoli, assiste nel processo di coagulazione, controlla il livello di colesterolo ed assiste all’assorbimento della Vitamina B12. Sotto il controllo del Calcio si trovano la Vitamina D, gli ormoni, la calcitonina, la paratiroide.

Calcio Alto Maschio
L’interpretazione che segue è desunta dal dosaggio tissutale dei minerali e dai loro rispettivi rapporti. Le indicazioni riportate possono consentire un approfondimento del sistema metabolico e neurovegetativo del soggetto; se associate ad altri accertamenti clinici possono fornire un attendibile supporto diagnostico e terapeutico. Il rilievo di alti livelli di Calcio nei tessuti è indice di dismetabolismo del minerale per probabile carenza e/o squilibrio degli elementi necessari alla sua utilizzazione, o per una particolare situazione organica. Il Calcio ionico aumenta in presenza di Ph acido e viceversa. Spesso il risultato di tale condizione è che il Calcio, in forma ionica, non viene più depositato a livello osseo e si accumula nelle parti molli, nelle arterie, nelle articolazioni.
Il Calcio e’ regolato direttamente dal Ph sanguigno e dal livello dell’ormone paratiroideo; entrambi questi fattori tendono generalmente ad alterarsi con l’età, costituendo un elemento di rischio nell’induzione dei fenomeni correlati all’invecchiamento. Tali fenomeni si manifestano sotto forma di eccessiva tendenza alla cristallizzazione del Calcio. Talvolta l’aumento del Calcio associato a ridotti livelli di Fosforo, sono dovuti ad una alterazione dei rapporti tra minerali, indotti dall’uso dei contraccettivi orali. Sono possibili concomitanze carenziali di Vitamina E, Vitamina B1, Vitamina B6, Ferro, Manganese, Sodio, Potassio.

Aspetti indicativi di un alto livello di Calcio nei tessuti
Iporeattività Osteoartrosi
Vagotonia Ipotiroidismo
Degenerazione Stitichezza
Senescenza Aumento di peso
Crampi muscolari Dolori articolari
Nodo alla gola Alcalosi
Palpitazioni Pelle secca
Disidratazione Disturbi circolatori
Disposizione per patologie allergiche Ipertensione
Tendenza alla depressione

Calcio Alto Maschio Trattamento
Tale situazione è antagonizzata da micro dosi di Calcio, alte dosi di Magnesio, Ferro, Vitamina C, Vitamina E, Complesso B, Vitamina B8, Vitamina F; la complementazione di queste vitamine ha un’azione di stimolo sul ciclo di Krebs.

Raccomandazioni dietetiche
E’ consigliata una dieta ricca di carne, cereali integrali, pomodori, spinaci, patate, mele; ridurre l’apporto di grassi in quanto rallentano il metabolismo.

Calcio Basso Maschio
L’interpretazione che segue è desunta dal dosaggio tissutale dei minerali e dai loro rispettivi rapporti. Le indicazioni riportate possono consentire un approfondimento del sistema metabolico e neurovegetativo del soggetto; se associate ad altri accertamenti clinici possono fornire un attendibile supporto diagnostico e terapeutico. Il rilievo di un basso contenuto di Calcio nel capello è spesso indice di grandi necessità anaboliche, associato spesso a ridotti livelli intracellulari di Fosforo. Se tale dato è associato a livelli elevati di Silicio, c’è disposizione specifica alle malattie virali. Il fumo favorisce la perdita di Calcio; il fumo favorisce la carenza di Calcio.

Alimenti ricchi di Calcio – ( mg per 100 g )
Kelp 1100 Albicocche secche 67
Formaggi duri 900 Fagioli secchi 50
Formaggi molli 700 Germogli di soia 48
Noci 250 Riso integrale 32
Lievito 200 Lenticchie 25
Tofu 128 Pollo 12
Yogurt 120 Succo d’arancia 11
Fagioli soia 73 Manzo 10

Perdita giornaliera di Calcio
Feci 400 mg
Urine 350 mg (aumenta in estate)
Sudore 15 mg (normalmente aumenta a 100 mg ogni ora durante l’esercizio
fisico)

Calcio Basso Maschio Trattamento
Tale situazione è antagonizzata da alte dosi di Calcio, medie dosi di Magnesio, vitamina D, Vitamina A, Vitamina B6, Colina, Manganese, Ferro e Rame.
La supplementazione di Calcio ostacola l’assorbimento di Zinco che in questo caso va quindi aggiunto in terapia. Per aumentare i livelli ematici di Calcio vanno ridotti quelli di Fosforo.

Fattori inibenti l’assorbimento di Calcio
Fibre alimentari (crusca etc); fosfati; grassi saturi; lassativi contenenti acido ossalico; (Rabarbaro etc)

Fattori che favoriscono l’assorbimento di Calcio
Vitamina D; proteine; lattosio (zucchero del latte); Magnesio (si raccomanda un’introduzione giornaliera di 500/1000 mg).

Raccomandazioni
Si consiglia di ridurre zuccheri, dolci e carboidrati in genere, evitare sostanze eccitanti (caffè, the, alcolici etc.) bevande gassate, antiacidi a base di Alluminio o Magnesio; moderare il consumo di sale.

Supplementi alimentari ricchi di Calcio – ( mg per 100g )
Calcio carbonato 40
Polvere di ossa 40
Calcio fosfato 38,7
Dolomite 21,7
Calcio orotato 20,6
Calcio chelato 18
Calcio gluconato 8,9

OSTEOCORAL  è un integratore a base di Calcio carbonato, Dolomite, Calcio ascorbato, Magnesio stearato vegetale, Corallo fossile, cutina, Vitamina D3, proteine del riso utile sul sistema scheletrico, osteoporosi, osteopenia, fratture, calcio.
KD-GENOM è un integratore a base di Vitamina K e Vitamina D3 utile nella calcificazione, osteomalacia, osteoporosi.

Condividi...

Lascia un commento