Protocollo Ortomolecolare

Protocollo Ortomolecolare

Protocollo Ortomolecolare Labomed: ottimizzare il rendimento sportivo proteggendo l’organismo dalla produzione di Radicali Liberi.

A cura di Gianluca D’Angelo

Un’attività fisica intensa causa un incremento notevole delle reazioni che utilizzano l’ossigeno e di conseguenza aumenta la concentrazione dei temibili Radicali Liberi, i quali provocano gravi danni a livello cellulare.
Pertanto è facile dedurre che il classico dolore muscolare del “giorno dopo” che fa seguito alla seduta di allenamento, non sia in nessun caso attribuibile al fatidico acido lattico ma bensì a queste forme reattive dell’ossigeno.
I Radicali Liberi sono molecole caratterizzate da un elettrone dispari nell’orbitale esterno e dalla conseguente necessità di raggiungere la stabilità di membrana. Per fare questo tendono a recuperare la carica negativa perduta a spese della struttura atomica della molecola adiacente, generando altri Radicali Liberi.
I loro bersagli preferiti sono: Membrana cellulare, DNA, Enzimi e Mitocondri (organelli cellulari adibiti alla produzione di energia) ai quali strappano elettroni provocando un’azione di ossidazione e pertanto ne compromettono irrimediabilmente il funzionamento.
I risultati sono quotidianamente sotto i nostri occhi e vanno dall’ invecchiamento (turnover cellulare con nuove strutture via via sempre di qualità inferiore) alle malattie degenerative.
Il nostro organismo mette in atto diverse strategie per proteggersi dai danni ossidativi; in primo luogo all’interno di tutte le cellule, e quindi anche in quelle muscolari, sono presenti due proteine chiamate Superossido dismutasi (SOD) e Catalasi, capaci di convertire i Radicali Liberi in acqua e ossigeno. Un altro antiossidante è il Glutatione, piccola proteina che tampona, cedendo i propri elettroni, le specie reattive dell’ossigeno. Beneficia di questo meccanismo per esempio il fegato (nell’eccessivo consumo di alcol) oppure l’emoglobina che, se ossidata, non riesce a fornire ossigeno ai tessuti. Non possiamo dimenticare il Coenzima Q10, coinvolto nei meccanismi di produzione dell’energia; la sua concentrazione nella cellula può però diminuire a causa di malnutrizione, assunzione di farmaci o malattie croniche.
Potenti antiossidanti sono anche alcune Vitamine come la E (tocoferolo) contenuta nell’olio extravergine di oliva, germe di grano e nei frutti oleosi; la Vitamina C (acido ascorbico) contenuta nei kiwi, negli agrumi, pomodori, peperoni; la Vitamina A (retinolo) contenuta in alimenti di origine animale come fegato, formaggi, uova, latte e di origine vegetale (betacarotene) come albicocche, carote, meloni.
Fondamentale è la freschezza dell’alimento in quanto trasporto, trattamenti di conservazione e cottura possono deteriorare irrimediabilmente la sostanza.
Negli atleti spesso un’ alimentazione corretta potrebbe non essere sufficiente a far fronte all’inevitabile danno muscolare causato dai Radicali Liberi generati dall’esercizio fisico, ecco perché l’utilizzo preventivo di supplementi antiossidanti diventa di vitale importanza. A volte accorciare il tempo di recupero degli allenamenti è fondamentale e l’integrazione antiossidante dovrebbe essere parte integrante di ogni programma nutrizionale.
Il Protocollo Ortomolecolare Labomed è stato studiato proprio per questa esigenza, protezione a 360 gradi, più energia e pronto recupero.
L’approccio è multidisciplinare e l’esempio calzante del concetto può essere raffigurato dal triangolo della salute (Ippocrate 4° – 5° sec. A.C.). La salute è la risultante del perfetto assemblaggio geometrico di un ipotetico triangolo equilatero, nel quale ciascun lato corrisponde ad un aspetto della salute stessa. Il triangolo può rappresentare in modo semplice l’idea dell’individualità dell’uomo in quanto struttura organica complessa; infatti se è vero che l’equilibrio del triangolo equilatero è uno, è altrettanto vero che lo squilibrio può differenziarsi nel suo aspetto dinamico in molti modi differenti.
Il Protocollo Ortomolecolare Labomed si basa su quattro integratori alimentari costituiti da materie prime naturali di altissima qualità biologica:

NUTRIGEN SOD: antiossidante di ultima generazione.

MITODDY: estratto concentrato vegetale di origine botanica, ricco di oltre 70 minerali ed oligoelementi preassimilati in rapporto e combinazione naturale al 3,8%.

BIONADH PLUS: rigeneratore mitocondriale pro energetico.

CUPRUM C: integratore di vit. C e Rame.

L’utilizzo adeguato in associazione sinergica può rappresentare un aiuto assai efficace per lo sportivo alla ricerca di un programma nutrizionale specifico, per un migliore rendimento atletico e per il suo benessere quotidiano… per saperne di più www.forvit.it.

Condividi...

Lascia un commento