Inibitori di Istamina

Inibitori di Istamina

Inibitori di Istamina
Dallo spettro fitochimico delle piante gli alleati contro l’istamina

A cura del Dr. Joseph Cannillo

Nei soggetti allergici, l’istamina è la maggiore responsabile per i sintomi congestionanti delle prime vie respiratorie, infatti, il suo rilascio da parte delle cellule mastociti, provoca una vasocostrizione delle grandi arterie e delle arteriole, per apertura degli sfinteri precapillari, effetto che normalmente viene svolto localmente come nel caso della congestione nasale.
L’istamina provoca inoltre broncocostrizione dovuta alla contrazione delle cellule muscolari bronchiali e rappresenta, cronologicamente, uno dei primi mediatori che intervengono nello sviluppo dei sintomi di un attacco di asma allergica.
La reazione che si manifesta sul piano immunitario è paragonabile ad analoghe insofferenze sui piani psicologici che contribuiscono anch’essi ad aggravare lo stato delle allergie.
Nella fase acuta delle allergie, che spesso di manifesta nei mesi tra Aprile e Giugno, è utile intervenire con rimedi specificamente formulati con ingredienti che hanno dimostrato scientificamente di essere attivi sull’inibizione del rilascio di istamina dalle cellule mastocitarie. È altrettanto utile considerare piante che abbiano un’azione di stimolazione del rilascio di cortisolo endogeno da parte della ghiandola surrenale, il quale una volta metabolizzato in cortisone svolgerà azione antinfiammatoria e contribuirà alla riduzione della sintomatologia allergica.

Patogenesi
Le principali patologie associate ai pollini sono la rinite, la congiuntivite e l’asma. Rinite allergica e congiuntivite sono spesso contemporaneamente presenti nello stesso paziente e pertanto si parla tradizionalmente anche di rinocongiuntivite.
In questi ultimi anni ci si è progressivamente resi conto che anche l’asma e la rinite allergiche sono strettamente associate, sia dal punto di vista clinico che da quello immuno-patogenetico.

Istologia
• La mucosa nasale e quella bronchiale sono simili dal punto di vista istologico, costituite da epitelio ciliato ricco di ghiandole mucipare. Inoltre, naso e bronchi condividono almeno in parte la stessa innervazione e sono accomunati dall’abbondante vascolarizzazione.

Epidemiologia

• La coesistenza delle due patologie (asma e allergie) è assai frequente se si considera che il 75 % dei soggetti asmatici presenta rinite e che l’80% dei pazienti asmatici sono soggetti di diatesi allergica. E’ inoltre suggestivo il fatto che, nella storia naturale della malattia allergica (la cosiddetta marcia allergica), solitamente la rinite precede l’asma e ne costituisce un fattore di rischio significativo, anche in assenza di atopia.

Approfondimenti
Il venir meno delle funzioni nasali di filtro, umidificazione e riscaldamento altera la funzione bronchiale a diversi livelli. Inoltre, l’iper-reattività bronchiale rappresenta un punto di contatto tra rinite e asma. E’ noto, infatti, che molti pazienti rinitici presentano positività alla metacolina, come gli asmatici e che l’iper-reattività è più grave nei soggetti con rinite perenne rispetto alla stagionale.

PSC Allergy Depurato e PSC Allergy Depurato Spray sono integratori a base di Ribes Nigrum, Faggio, Rosa Canina, Eufrasia, Carpino, Betulla.

La fitoterapia embrionale rappresenta un’evoluzione della gemmoterapia classica. Entrambi i metodi utilizzano gli estratti di tessuti embrionali, ma si distinguono in termini di concentrazione. I PSC (Plant Stem Cells) hanno una concentrazione 10 volte superiore a quella del rimedio gemmoterapico classico (LES).

“Testo tratto dal CAM Forza Vitale Itali srl su concessione della medesima azienda proprietaria Riproduzione riservata.”

Condividi...
Avatar
Forvit Integratori

Lascia un commento