La Diatesi Allergica

La Diatesi Allergica

La Diatesi Allergica

A cura del Dr. Joseph Cannillo

I disturbi ed i sintomi che contraddistinguono le allergie stagionali sono comuni a molti.
– Starnuti
– Tosse
– Prurito ad occhi, naso e gola
– Occhi lacrimanti
– Congiuntiviti
Nei soggetti non allergici, le mucose nasali trasportano con sé le particelle estranee, verso la gola, dove sono ingerite oppure espulse tramite la tosse. Qualcosa di diverso accade, invece, nei soggetti allergici. In questi casi, appena un allergene viene in contatto con l’interno del naso tramite la respirazione, una catena di reazioni induce il rilascio di istamina da parte delle cellule mastociti; tali sostanze inducono una contrazione dei tessuti cellulari responsabili del corretto afflusso di sangue nel naso, con il conseguente rilascio di liquidi che causano il rigonfiamento dei seni paranasali, risultando in una congestione nasale. Le istamine sono inoltre la causa degli starnuti, dei pruriti, delle irritazioni e dell’eccesso di produzione di muchi; tutti sintomi di una rinite allergica.
Generalmente, il periodo di maggiori disturbi allergici è tra Marzo e Ottobre, i più precoci allergeni sono quelli degli alberi (marzo-aprile) seguiti dalle graminacee (aprile-maggio) poi dai cereali (giugno-luglio) ed infine dalle piante erbacee (luglio-agosto- settembre). Nel periodo autunnale (settembre-ottobre) sono invece le muffe a scatenare più frequentemente le crisi allergiche.
La reazione allergica al polline è causata, come abbiamo visto, dall’anormale risposta immunitaria alle sostanze che entrano a contatto con le mucose, che inizia a produrre istamine per sconfiggere il “falso nemico”.
I medici concordano che nell’ambito dell’approccio terapeutico della rinite merita particolare attenzione la profilassi ambientale. Infatti ridurre l’esposizione agli allergeni verso cui il soggetto risulta sensibilizzato porta ad un miglioramento della sintomatologia. Per le allergie stagionali, ciò significa evitare i luoghi aperti in cui il polline è molto presente (ad es. le campagne) e preferire i luoghi interni specialmente nelle giornate calde, secche e ventilate.
I soggetti predisposti alle allergie dovrebbero anche seguire, nei mesi antecedenti la proliferazione degli allergeni, una dieta specifica volta alla disintossicazione degli organi emuntori anche tramite l’utilizzo di integratori alimentari specifici, nonché procedere ad un riequilibrio del loro terreno.
Dunque le allergie richiamano la nostra attenzione a più fattori: la predisposizione costituzionale, le abitudini alimentari, la capacità di detossificare (a livello fisico e psichico), l’aspetto legato alla psicosomatica, l’ambiente più o meno sano in cui si vive.
Pertanto l’approccio alle allergie deve essere necessariamente olistico, altrimenti occorrerà accontentarsi di soffocare l’ennesima reazione infiammatoria autoprovocata senza comprendere e quindi guarire alla radice la problematica.
In taluni soggetti l’eccessiva sintomatologia può essere dovuta ad una reazione ansiosa nei confronti del disturbo di cui si soffre; ciò aggrava notevolmente la sintomatologia. In questi casi è indispensabile agire sul piano dell’equilibrio del sistema nervoso.

ROSOLACCIO  COMPOSTO  è un integratore alimentare a base di Rosolaccio, Capelvenere e Drosera, che favorisce la funzionalità delle prime vie respiratorie.

“Testo tratto dal CAM Forza Vitale Itali srl su concessione della medesima azienda proprietaria Riproduzione riservata.”

Condividi...
Avatar
Forvit Integratori

Lascia un commento