A chi è rivolto il Nordic Walking

A chi è rivolto il Nordic Walking

A chi è rivolto il Nordic Walking

Di Pasquale Rosetti

Rispetto alla normale camminata il Nordic Walking richiede l’applicazione di una forza sui bastoni ad ogni passo. Ciò implica l’uso dell’intero corpo (con maggiore intensità) e determina il coinvolgimento di gruppi muscolari del torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali, non utilizzati nella normale camminata. Tutto questo con grande semplicità e progressione che possiamo dire senza paure di smentite che è davvero una attività fisica adatta a tutti e per “tutti” intendiamo la totalità delle persone sane e una grandissima fetta di persone che hanno problemi che impediscono l’attività sportiva di altre discipline, persone in sovrappeso, con lombalgie lievi, piccoli problemi articolari, ecc… Gli studi, sempre più documentati, portano ad un grande sviluppo del Nordic Walking come attività per aiutare e migliorare gli effetti terapeutici anche in persone con alcune gravi patologie come: cardiopatici, diabetici, affetti da morbo di Parkinson, alcolisti, donne mastectomizzate e altre.

Tutto ciò grazie alle sue caratteristiche che sono principalmente:
• adatto a tutti, indipendentemente dall’età, dal sesso e dalla condizione fisica
• facile per cominciare
• può essere praticato ovunque, in ogni stagione
• economico
• naturale e sicuro
• completo
• divertente
• rilassante
• efficace, anche a bassa intensità
• tanti benefici alla salute e al benessere
• basso impatto fisico e cardiocircolatorio

e per l’utilità della sua pratica:
• movimenti naturali, fluidi, dinamici, sani e biomeccanicamente corretti
• allenamento completo, armonioso e simmetrico
• postura e allineamento del corpo corretti
• abilità apprese trasferibili nella vita di tutti giorni
• non competitivo

Condividi...
pasquale rosetti
pasquale rosetti

Lascia un commento